Cotone

Il cotone è una materia prima conosciuta fin dall’antichità e dall’antichità viene commercializzata.

La pianta del cotone, da cui si ricava la fibra, è un arbusto alto più o meno 1 metro e mezzo. Le capsule di bambagia esplodono e viene fatta la raccolta. Il cotone è utilizzato soprattutto per la produzione di tessuti ma in tempi moderni, con il progresso della scienza, ha visto nascere nuovi usi (es. Edilizia).

Dove viene prodotto?

Il cotone è prodotto soprattutto in Cina, Stati Uniti ma la Cina oltre a consumare tutta la propria produzione è anche uno dei più grandi importatori al mondo.
In europa è l’Italia il primo importatore di cotone.

Questo nasce dal fatto che in Cina il cotone è molto richiesto in quanto è il primo paese la mondo per produzione di tessuti ed abbigliamento.

Perchè investire nel cotone?

Si tratta di una materia prima interessante sulla quale vale la pena investire o speculare per il grande volume di prodotto scambiato nel mercato finanziario. Come gran parte delle materie prime anche questa è soggetta ad oscillazioni derivanti dalle decisioni sul commercio mondiale.

Come investire nel Cotone?

Sicuramente sono l’analisi tecnica ed i trend storici la via maestra per fare trading sul cotone. Tuttavia in tempi recenti il cotone è stato oggetto di dibattito tra i vari produttori mondiali che si sono contestati “incentivi illegittimi” ed hanno visto uno scontro di pareri a livello internazionale.

Queste vicende spiegano come il cotone sia quindi una commodities che puo’ essere soggetta anche a variazioni frutto di decisioni politici, in questo caso si puo’ puntare anche sul day trading.

Zucchero

Lo zucchero è una materia prima utilizzata in tutto il mondo sia come prodotto finito sia come materia prima per la trasformazione e la produzione di cibo e bevande in svariati settori.

Lo zucchero di canna viene utilizzato anche per la produzione di etanolo, utilizzato come combustibile per autotrazione ed altro.

L’etanolo è una delle principali fonti come carburante in paesi come il Brasile.

Lo zucchero si divide in Zucchero di Canna e Zucchero Bianco. Non si distinguono solo per il colore ma sono proprio due prodotti differenti, hanno origini diverse e vengono lavorati in modo diverso.

Lo zucchero di canna è quello più utilizzato e prodotto nel mondo, lo zucchero bianco deriva dalla barbabietola e copre una produzione mondiale di circa 1/4 della produzione totale di zucchero.

Dove viene prodotto?

Lo zucchero di canna viene prodotto soprattutto in paesi del Sud America ed in Asiago. Il brasile è il maggior produttore ma è anche uno dei paesi che lo consuma maggiormente internamente (come combustibile). Cina, India e Pakistan producono gran parte dello zucchero di canna che viene esportato nel mondo.

Lo zucchero prodotto dalla barbabietola invece viene prodotto soprattutto nei paesi occidentali, Stati Uniti, Francia, Germania, Polonia ma anche in Russia e Turchia.

Perchè investire nello zucchero?

Lo zucchero è una derrata agricola molto scambiata sui mercati finanziari e quindi è molto interessante per chi fa trading.

Il moderno utilizzo come materia prima per la produzione di etanolo ne ha risvegliato l’interesse ed è diventato di fatto un concorrente (anche se minore) del petrolio.

Minore invece è l’interesse, ma non irrilevante, verso la barbabietola da zucchero che vede soprattutto un consumo interno nei paesi occidentali che lo producono.

Come investire nello zucchero?

E’ soprattutto l’analisi tecnica ed i trend storici a farla da padrone nelle varie tecniche di trading che consentono di investire nello zucchero. Scambiato da moltissimi anni è facile reperire informazioni sia online che online tra gli investitori del settore.

Caffè

Il caffè è una bevanda sacra per noi italiani, nel corso del tempo è entrata a far parte della nostra cultura ed è da sempre un nostro prezioso biglietto da visita nel mondo.

Tuttavia il caffè è una bevanda che mette d’accordo tutto il mondo, ogni paese la consuma con metodi e contesti diversi. Inoltre l’Italia come tanti altre nazioni del continente boreale non produce i preziosi chicchi di caffè e quindi li importa da altri paesi.

Il caffè essendo una derrata agricola diffusa in tutto il mondo è soggetta ad investimenti e speculazione nei mercati finanziari, questo offre quindi ottime possibilità di sviluppo.

Dove viene prodotto?

Sapere dove viene prodotta una derrata alimentare è fondamentale per capirne le possibili oscillazione di mercato e quindi le opportunità di speculazioni.

Nel caso del caffè le zone di produzioni principali si trovano tutte nell’emisfero australe. La pianta di caffè infatti richiede una clima caldo ed umido, questo ha fatto si che le zone di produzioni si diffondessero entro una particolare fascia di paralleli.

Viene prodotto in continenti come l’America Latina, l’Africa, l’Asia e parte dell’Oceania.

I paesi dell’america latina sono grandi produttori specialmente il Brasile ma anche la Colombia, il Perù, Bolivia e parte del messico.

In questi paesi il caffè ha rappresentato una delle poche alternative valide alla coltivazione delle foglie di coca.

Il caffè viene coltivato anche in Africa, sia sui paesi costieri sia nell’entroterra. Per citarne alcuni basta pensare all’etiopia, Angola, Congo, Kenya, Costa d’Avorio. In africa la coltivazione di caffè è molto diffusa anche la produzione complessiva del continente è inferiore rispetto al Sud America.

Il caffè viene prodotto in grandi quantità anche in vietnam ed altri paesi limitrofi asiatici oltre ad una parte dell’India. Importanti produzioni si registrano anche in Indonesia.

Perchè investire nel Caffè?

Venduto in tutto il mondo con una forte domanda ed una produzione legata soprattutto a paesi sottosviluppati, sono questi alcuni dei motivi che spingono gli investitori a puntare sulla speculazione nei confronti del caffè.

La produzione del caffè è inoltre molto soggetta a variazioni in base alle condizioni meteo verificatesi nel periodo di coltivazioni. Il clima incide così tanto nella produzione di caffè da far muovere nella classifica dei produttori i vari paesi del mondo. Questo fa sì che anche il prezzo possa essere soggetto a variazioni nel corso del tempo e quindi ci sono buone possibilità di speculazione.

Inoltre essendo coltivato soprattutto in paesi sotto sviluppato ed aree geopoliticamente instabili (specialmente alcuni paesi sud americani ed africani) fa si che la disponibilità sul mercato possa variare e quindi anche il prezzo visto e considerato che la curva di domanda del caffè è parecchio rigida.

Come investire nel Caffè

Come spiegato sopra i fattori climatici  e geopolitici possono incidere sul prezzo a breve termine e quindi si puo’ speculare facendo trading su questa derrata alimentare.

Oppure essendo alta la domanda del mercato ed essendo una materia prima presente da moltissimi anni si puo’ investire/speculare sul caffè attraverso l’analisi tecnica dei trend. Quasi tutte le piattaforme di trading e forex consentono di investire sul caffè.

Cacao

Il cacao è la materia prima necessaria alla realizzazione del cioccolato e molte altre preparazioni dolciarie. L’uso del cacao va oltre all’industria della pasticceria, questa materia prima viene usata anche nel settore della cosmesi come componente di altre formule più complesse.

Questo uso trasversale fa si che sia una delle derrate agricole (commodities) più importanti e più in vista. Questo lo rende quindi fonte di speculazione in borsa ed è per questo che nel cacao si puo’ investire commercialmente ma si puo’ anche trattare nelle piattaforme di investimento e trading, anche nelle piattaforme forex.

Dove viene prodotto?

Sapere dove viene prodotto il cacao è fondamentale per capirne le opportunità di investimento e speculazione che ne derivano. Esso infatti viene coltivato in grande quantità soprattutto in America Latina ed il Continente Africa. Viene invece consumato soprattutto dai paesi sviluppati che sono importatori netti di questa materia prima. Ecco quindi che i flussi commerciali vanno dai continenti latino americano ed africano verso l’Europa, gli Stati Uniti d’America ed il Canada, la Cina ed il Giappone o la Russia.

Sapere le origini consente di strutturare strategie di investimento sulla base sia dei trend storici che dell’andamento geopolitico dei paesi di produzione.

Perchè investire nel Cacao?

I paesi di produzione ed i paesi di acquisto sono completamente diversi, questo fa si che il cacao possa essere soggetto ad oscillazioni di mercato derivanti dal mutamento della situazione geopolitica dei paesi di produzione. Instabilità politica, conflitti militari o cambiamenti climatici incidono sulla disponibilità nel mercato e quindi nel prezzo.

Monitorare le notizie dalle zone di origine e quelle dei paesi di acquisto permette di sviluppare strategie di investimento e speculazione day by day.

Essendo il Cacao una materia prima presente da tantissimo tempo è possibile mettere a terra una strategia basata sull’analisi tecnica. Nelle piattaforme di trading infatti si trovano i grafici storici da analizzare con le adeguate competenze in materia.

Come investire nel Cacao

Le strade possono essere molte in base alla propria esperienza nel settore degli investimenti e del trading più in generale. Sicuramente il cacao è una derrata agricola ed un prodotto alimentare che consente di muoversi sia sulle vicende geopolitiche e quindi speculare in tempo reale.

Oppure mettere a terra strategie a lungo termine basandosi sullo storico e l’analisi tecnica.

Entrambe possono essere attuate usando le piattaforme di trading online, sia le piattaforme offerte dalle banche classiche sia le piattaforme dedicate agli investimenti e forex.